Globicefalo

Globicefalo

(Globicephala melas - Traill, 1809)

tn_Globicefalo.jpg
Classificazione
Ordine Cetacea - Sottordine Odontoceti - Famiglia Delphinidae
Dimensioni/Peso
maschio 6-7,5m e 2t di peso, femmina massimo 5,7m e 1t di peso. Il piccolo misura 1,7m e pesa 80-100Kg alla nascita.
Aspetto
Nero ebano con riflessi bruni o marrone scuro negli adulti, ma nella regione golare e ventrale, si può osservare un disegno biancastro a forma di ancora, con il fuso che si estende verso la coda e le marre disposte simmetricamente sotto il mento. Caratteristico capo globoso, con un melone sporgente che copre quasi completamente il rostro e corpo allungato. Pinna dorsale inconfondibile, posta in posizione avanzata e caratteristicamente bassa. Pinne pettorali molto lunghe, leggermente ricurve e appuntite, ricordano la forma di una falce.
Comportamento

Spiccatamente gregario. Si riuniscono in branchi di 10-50 individui e talvolta 100, ma possono arrivare addirittura a migliaia di individui. Nel Mediterraneo vengono avvistati in genere una ventina di esemplari alla volta. La struttura fissa di questi gruppi è formata dal binomio madre-piccolo. Il piccolo permane nel gruppo in cui è nato fino al periodo dello svezzamento e talvolta anche oltre. Il ruolo dei maschi adulti nel gruppo non è ancora stato del tutto chiarito. E' certo però che la socialità  di questa specie è estremamente sviluppata e complessa. Generalmente vengono avvistati in gruppi compatti mentre nuotano lentamente; anche se possiedono doti di agilità e velocità sembra ne facciano un uso quanto più limitato possibile.
Forse per curiosità o per naturale confidenza si avvicina spesso alle imbarcazioni e alle persone immerse. Un atteggiamento tipico di questa specie è la posizione assunta quando ispeziona i dintorni fuoriuscendo dalla superfricie in posizione verticale. Questo comportamento viene definito in inglese "spyhopping" ed è emblematico della estrema curiosità  di questa specie.

Habitat
Frequenta acque pelagiche profonde. Ogni tanto si avvicina alla costa dove però la sua sopravvivenza è a rischio vista la propensità della specie, come per la Pseudorca, agli spiaggiamenti collettivi
Alimentazione
E' in prevalenza teutofago (si nutre di molluschi cefalopodi): un'esemplare adulto ogni giorno necessita dai 50 fino ai 100 kg di calamari (dipende dal sesso). All'occorrenza però, non disdegna il pesce, predando un numero variegato di specie.
Longevità
Dai 35-60 anni. Le femmine sono più longeve.
Migrazioni
Non è stato ancora dimostrato che questa specie compia regolari migrazioni stagionali, attualmente sembra compiere solamente spostamenti periodici non ancora chiaramente definibili. Gli individui presenti nel Mediterraneo d'estate sembrano provenire dalla zona di Gibilterra, dove stazionano tutto l'anno, in seguito a spostamenti stagionali.
Distribuzione
Vive nelle acque temperato-fredde e subpolari di entrambi gli emisferi.
Predatori
Ad eccezione dell'uomo non si conoscono predatori del Globicefalo. Gli spiaggiamenti sembrano essere la maggiore causa di mortalità
Profilo immersione
Profilo_Globicefalo.jpg
Immersione
10 minuti circa